banner
Home.
Chi Siamo.
art4sport team.
Progetti.
Eventi.
News.
Network.
Friends.
Sostienici.
Contatti.
 
KRISTIAN GHEDINA

Kristian Ghedina nato a Pieve di Cadore nel novembre del 1969, è un grande sciatore alpino e pilota automobilistico. Originario di Cortina d'Ampezzo, Ghedina è stato il più vittorioso discesista italiano nella storia della Coppa del Mondo di sci alpino, uno dei migliori specialisti degli anni Novanta.  Dopo il ritiro dallo sci nel 2006 è passato all'automobilismo; dal 2009, tuttavia, è tornato a gareggiare ai Campionati italiani di sci alpino.

Ghedina esordì in Coppa del Mondo nel 1989 e già nella stagione successiva, appena ventenne, s'impose all'attenzione internazionale con una stagione da protagonista: dopo due podi a inizio stagione e una rovinosa caduta sulla Streif di Kitzbühel, in Austria, ottenne la prima vittoria della carriera proprio a Cortina, a cui ne sarebbe seguita un'altra due settimane dopo ad Åre, in Svezia. Il 1991 iniziò con la conquista della medaglia d'argento ai Mondiali di Saalbach in combinata. Partecipò alle Olimpiadi di Albertville 1992 con discreti risultati (11° in discesa, 6° in combinata).

La svolta si ebbe nella stagione 1994-1995 quando Ghedina tornò ai vertici delle classifiche. Salì cinque volte sul podio, vinse due gare e rimase in lotta sino all'ultima gara per la conquista della Coppa del Mondo di discesa libera, vinta poi dal francese Luc Alphand. Nel 1996 ai Mondiali di Sierra Nevada vinse l'argento in discesa e l'anno seguente andò ancora a medaglia, conquistando il bronzo - sempre in discesa - ai Mondiali del Sestriere. Alle Olimpiadi di Nagano 1998 arrivò sesto in discesa libera.

In Coppa del Mondo, dal 1997 al 2000 riuscì a vincere gare ogni anno, rimanendo stabilmente ai vertici della discesa mondiale. In quelle stagioni stabilì il record sulla pista da discesa più lunga della Coppa, la Lauberhorn di Wengen in Svizzera (2’24”23 nel 1997, tuttora imbattuto) e, il 24 gennaio 1998, ottenne uno dei successi più prestigiosi vincendo a Kitzbühel sulla Streif, primo italiano a essere riuscito nell'impresa. Su quella stessa pista fu protagonista di un "fuoriprogramma" che contribuì alla sua popolarità quando, il 24 gennaio 2004, effettuò una spericolata spaccata sull'ultimo salto del rettilineo d'arrivo, a 137,6 km/h.

Nel 2000 arrivò anche la prima vittoria in supergigante: a Kvitfjell, in Norvegia. L'ultima vittoria è datata 14 dicembre 2001 sulla Saslong della Val Gardena, in Italia. Su questo tracciato riuscì a imporsi per quattro volte, record che detiene assieme al grande discesista austriaco Franz Klammer e a Michael Walchhofer.

Nella stagione 2005-2006, la sedicesima per lui, è stato l'atleta più anziano tra i partecipanti alla Coppa. Per un breve periodo ha anche detenuto il record assoluto di più anziano atleta a salire sul podio di Coppa del Mondo. Nel febbraio, a Torino 2006, partecipò alla sua quinta Olimpiade; il 26 aprile seguente annunciò il ritiro dalle gare di sci per dedicarsi all'automobilismo.

A quasi tre anni dal ritiro, tuttavia, è tornato a gareggiare nello sci, partecipando ai Campionati italiani tenutisi a Passo San Pellegrino; il 25 marzo 2009 si è classificato sesto nella gara di discesa libera. Nel 2010 a Falcade è stato 23°; complessivamente, in carriera ai Campionati italiani ha conquistato ventitré medaglie: undici in discesa libera, sette in supergigante, due in slalom gigante e tre in combinata.

Kristian si è messo in gioco personalmente per aiutare a supportare art4sport e a diffondere lo slogan dell’Associazione “lo sport come terapia noi ci crediamo”, partecipando alla manifestazione Giochi Senza Barriere dell’edizione 2012 e 2013 e diventando così membro dell’art4sport friends. Con la sua sportività, simpatia e semplicità rappresenta il vero spirito solidale che dovrebbe sempre esserci in campo, in pista e ovunque si pratichi sport.

 

Kristian ai Giochi Senza Barriere 2014

©: 2017 Associazione art4sport ONLUS
via I. Vian, 10 31021 Mogliano Veneto (TV) - C.F. 94127050261