banner
Home.
Chi Siamo.
art4sport team.
Progetti.
Eventi.
News.
Network.
Friends.
Sostienici.
Contatti.
 
MATTEO TAGLIARIOL

Matteo Tagliariol è un giovane schermidore trevigiano della specialità della spada, appartenente al gruppo sportivo dell’Aeronautica Militare.

Matteo si avvicina alla scherma grazie al maestro Ettore Geslao della società sportiva Lame della Marca Trevigiana per poi proseguire la sua carriera agonistica a Milano, città dove risiede tuttora. 

Sin da giovanissimo Matteo dimostra le proprie qualità atletiche: partecipa a varie gare internazionali, vincendo  tra l’altro una medaglia d’oro a squadre ai Campionati del Mondo Giovani nel 2001. 

Dopo anni di impegno, determinazione e duri allenamenti, nel 2007 Matteo conquista un argento nella spada a squadre ai Mondiali di San Pietroburgo e un brillante nono posto individuale, oltre a vincere l’argento individuale agli Europei di Grand. 

Il 2008 è sicuramente l’anno d’oro per questo schermidore: vince difatti la medaglia d’oro individuale alle Olimpiadi di Pechino, risultato di grande prestigio e che ha portato gloria alla Nazione. Erano quasi cinquant’anni (dal 1960) che l’Italia non si aggiudicava l’oro nella spada ai Giochi Olimpici. Nella stessa edizione dei Giochi ha fatto parte della squadra azzurra di spada che ottiene la medaglia di bronzo.

Matteo è stato investito con il titolo di Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel settembre del 2008.

Ai Campionati Assoluti di scherma a Livorno nel 2011 Matteo si aggiudica anche il titolo di Campione Italiano nella spada. 

Da fine gennaio 2012 Matteo purtroppo soffre per un infortunio all'indice della mano destra e per questo non riesce a qualificarsi ai Giochi Olimpici di Londra.

Il problema al dito ha tartassato Matteo per tutta la stagione sportiva successiva e ai Mondiali di Scherma di Budapest 2013 è stato prurtroppo eliminato ai sedicesimi di finale.Lo spadista azzurro esordisce così in merito alla sua eliminazione: "Ho tirato bene, se non sono stato perfetto poco ci è mancato. Ci sono state due o tre imprecisioni legate allo stato del mio dito, ma poi mi ero registrato. Il dito non mi fa male, ma non lo sento. Sono stato molto bravo a tirare a questo livello con questo handicap. Forse è l’unica cosa che mi manca per la perfezione.Quella poca fortuna che speravo di avere all’inizio delle gare non l’ho avuta".

Ora Matteo si sta allenando per ricominciare alla grande da Doha a gennaio 2014, per riprendersi tutto ciò che ha perso durante quest'anno.

Matteo è un ragazzo di sani e forti principi, che si impegna molto per il sociale:  dal 2010 è stato testimonial italiano del movimento Special Olympics, programma internazionale di allenamento e competizioni sportivi per più di 3.000.000 di persone con disabilità intellettiva. Matteo è un caro amico di art4sport: nel maggio del 2010 anche lui ha accettato di sedersi in sedia e sfidare a scherma la formidabile Bebe. 

 

©: 2017 Associazione art4sport ONLUS
via I. Vian, 10 31021 Mogliano Veneto (TV) - C.F. 94127050261