banner
Home.
Chi Siamo.
art4sport team.
Progetti.
Eventi.
News.
Network.
Friends.
Sostienici.
Contatti.
 
GIUSY VERSACE

 

Giusy Versace è la campionessa paralimpica italiana nei 100m, promessa per le Paralimpiadi di Londra 2012. 

Nel 2005 avviene l’incidente che le cambia la vita: una sera d’estate viene sorpresa in autostrada da un violento acquazzone, che le fa perdere il controllo del veicolo e la porta fuori strada. L’amputazione di entrambe le gambe è la terribile conseguenza di questo episodio. 

All’inizio è stato davvero difficile per questa ragazza, che all’epoca aveva 28 anni, riuscire a farsi una ragione dell’incidente e trovare la forza di affrontare nuovamente il lavoro, le relazioni con gli altri, la vita. L’amore della sua famiglia, la vicinanza degli amici, la fede ed il suo carattere forte e determinato le hanno però permesso di tornare a sorridere alla vita e ad affrontare ogni giorno con serenità e sicurezza.

Nel 2010 decide di cimentarsi nell’atletica, anche grazie agli incoraggiamenti di grandi nomi dello sport paralimpico come Antonio Magra (atleta amputato di gamba, nonché suo fidanzato), Alessandro Kuris (selezionatore del CIP) e Daniele Bonacini (fondatore della RoadRunnerFoot). Il 15 febbraio così indossa per la prima volta le protesi sportive ed inizia a correre. Da quel giorno in poi inizia ad allenarsi con costanza e determinazione, sia in pista che in palestra: i risultati arrivano in pochissimo tempo, in appena pochi mesi. Ai Campionati Italiani di Imola a giugno è l’unica atleta amputata bilateralmente, eppure conquista il titolo italiano con un ottimo tempo (19’93).

Giusy inizia a vincere ma soprattutto a lanciare messaggi positivi invogliando la gente che come lei vive delle disabilità a non nascondersi, a non vergognarsi e ad avvicinarsi allo sport, diventando così il  presidente della Disabili No Limits Onlus, che raccoglie fondi per amputati economicamente svantaggiati. 

Nel giugno 2011 in Spagna, a Valencia, Giusy centra il minimo richiesto sui 100 m per le Paralimpiadi di Londra 2012. Il suo tempo è stato costantemente migliorato fino al 12 maggio 2012 quando ai Campionati Italiani di Torino ha corso i 100 m in 15”50 confermando i minimi per Londra e segnando il nuovo record Europeo.

Il 12 luglio 2012 al Meeting internazionale di Celle Ligure ha corso i 200 metri in 31”21: una grande prestazione che le ha consentito di migliorare il precedente record italiano (già da lei detenuto) di 32”77 e, soprattutto, di ottenere i minimi per Londra anche in questa specialità. Purtroppo la convocazione per Londra non arriva e Giusy vede sfumare il sogno paralimpico.

Il 2013 inizia alla grande. Giusy scrive la sua prima autobiografia 'Con la testa e con il cuore si va ovunque' edito da Mondadori e raccoglie una serie di titoli e record italiani: titolo e record ai Campionati Italiani Indoor di Ancona (9”67) e titolo e record sui 100 e 200 metri ai Campionati Italiani Paralimpici Outdoor di Grosseto: 14”93 e 30”41. Tempi ritoccati qualche settimana dopo: il 6 giugno al Golden Gala Pietro Mennea di Roma sui 100 metri corre in 14"72 (nuovo primato italiano) e l'8 giugno a Hengelo (Ned) i 200 metri in 29"74, abbattendo lo storico muro dei 30". A fine giugno, al meeting internazionale di Birmingham, Giusy si migliora ancora sui 100 metri, arrivando a correre la distanza in 14"66. Purtroppo il vento è un decimo di punto superiore alla norma (+ 2.1)e così non viene omologato il record italiano. Ai Mondiali di Lione di fine luglio l'emozione gioca un brutto scherzo e nelle semifinali dei 100 metri Giusy non riesce a centrare una finale che era alla sua portata. Qualche giorno dopo disputa la finale diretta dei 200 metri dove si classifica settima con 30"57.

Al fianco dell’art4sport team e di altri art4sport friends, Giusy ha dimostrato il proprio sostegno nei confronti dell’Associazione, correndo i 3,5 km della Family Run 2010 in qualità di componente della squadra “10 cuori, 7 gambe”. 

Giusy partecipa al fianco di art4sport anche alle edizioni di Family Run 2011 e 2012, nonchè all'evento principe dell'Associazione "Giochi Senza Barriere edizione 2013".

 

©: 2017 Associazione art4sport ONLUS
via I. Vian, 10 31021 Mogliano Veneto (TV) - C.F. 94127050261