banner
Home.
Chi Siamo.
art4sport team.
Progetti.
Eventi.
News.
Network.
Friends.
Sostienici.
Contatti.
 
EMIDIO MORGANTI

Emidio Morganti è un esperto arbitro di calcio italiano, appartenente alla sezione AIA ascolana fino al 30 giugno 2011, data in cui viene dimesso per limiti di età dalla CAN A.

Emidio inizia la sua carriera da fischietto nella serie C nel 1997, e nel corso della stagione 2000/2001 viene promosso in serie A, arbitrando la partita Lecce-Fiorentina. 

Per anni arbitra molte partite in modo impeccabile, arrivando quasi alla nomina di arbitro internazionale, non raggiunta per un soffio. 

Nel 2006 il suo nome viene coinvolto nell’inchiesta Calciopoli a causa di alcune telefonate avvenute con il dirigente del Milan Leonardo Meani. Dopo essere stato sospeso in via cautelare per alcuni mesi, viene dichiarata la non colpevolezza di Emidio, che può così tornare nuovamente sul campo. 

Nel corso della sua lunga carriera, in cui totalizza 132 presenze in serie A, Emidio è stato designato arbitro di tre finali di Coppa Italia (2007; 2008; 2011), tre partite-scudetto (2008; 2010; 2011) e una finale di Supercoppa Italiana (2009). 

Emidio è stato insignito con due importanti riconoscimenti: il Premio "Mauro" (destinato all'arbitro CAN particolarmente distintosi) nel 2008.

Nell'agosto 2009, in apertura di stagione, riceve un'importante designazione (che gli mancava) per la finale di Supercoppa Italiana, in programma in Cina, a Pechino, tra Inter e Lazio.

Pur non essendo internazionale, nella stagione 2009-2010 viene designato in più di un'occasione come arbitro addizionale (il cosiddetto arbitro di porta), nelle partite della fase a gironi dell'Europa League, le quali prevedono questo esperimento con due ufficiali di gara sistemati dietro le porte per verificare meglio eventuali situazioni dubbie proprio in area di rigore.

Il 16 maggio 2010 dirige Siena-Inter 0-1, partita dell'ultima giornata di campionato che sancisce il diciottesimo scudetto dei nerazzurri.

Nel luglio 2010 avrebbe dovuto terminare la propria esperienza alla CAN,ma per essersi distinto nel corso della stagione gli viene concessa la deroga di un ulteriore anno; contestualmente, con la scissione della C.A.N. A-B in C.A.N. A e C.A.N. B, viene inserito nell'organico della C.A.N. A.

Il 24 gennaio 2011 riceve il premio di Migliore arbitro AIC dell'anno 2010.

Il 7 maggio 2011 dirige Roma-Milan 0-0 e Il 29 maggio 2011 dirige la sua terza finale di Coppa Italia in carriera, dispuitatasi a Roma tra Inter e Palermo. Il 30 giugno 2011 viene dismesso per limiti di età dalla CAN A, e pochi giorni dopo viene eletto come componente della commissione CAN B per l'annata 2011-2012.

Per le due stagioni successive, 2012-2013 e 2013-2014, gli viene riconfermato l'incarico.

 

©: 2017 Associazione art4sport ONLUS
via I. Vian, 10 31021 Mogliano Veneto (TV) - C.F. 94127050261